Associazione Comunità Emmanuel Onlus
+39 0746 755261
info@comunita-emmanuelrieti.org
Centro Operativo Riccardo Blasetti
Centro Operativo Riccardo Blasetti > Blog page > Articoli > Articoli e Media > Benzodiazepine e altri farmaci: come se ne occupano le Comunità di recupero

Benzodiazepine e altri farmaci: come se ne occupano le Comunità di recupero

All’atto dell’ingresso in una Comunità psicopedagogica per il trattamento delle dipendenze, l’utente viene preso in carico nella sua interezza, implicando, così, che vengano presi in considerazione gli aspetti bio-psico-sociali che abbracciano la persona. Si porrà quindi attenzione ad aspetti fisici, sanitari, psicologici e di contesto ambientale.

Ciò viene messo in pratica all’interno del Centro “Riccardo Blasetti” Rieti dove, al lavoro psicologico sulla dipendenza, si accompagna una importante educazione all’uso dei farmaci. Questa educazione mira alla corretta prescrizione, alla regolare somministrazione e all’aumento di consapevolezza circa gli effetti psicologici e fisici dei farmaci stessi. Un lavoro, questo, di ristrutturazione costante e certosino che può mirare da un lato, all’accettazione della necessità dell’assunzione di una terapia farmacologica di supporto e dall’altro al progressivo divezzamento della stessa.

Di seguito un esaustivo articolo del Responsabile dell’Associazione Comunità Emmanuel Centro “Riccardo Blasetti” di Rieti, Dottor Luca Urbano Blasetti nel quale si evidenziano tutti gli aspetti correlati all’uso di benzodiazepine, molecole scoperte e commercializzate a partire dagli anni ’60.

Dal farmaco alla dipendenza, attraversando la tolleranza, fino alle terapie che alleviano da i sintomi astinenziali. Per leggere l’articolo cliccare qui: Ansia, Xanax e altre benzodiazepine: il calvario di chi smette

Altri approfondimenti sul tema:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.